La pace sia con te (R. Zero)

La pace sia con te

Renato Zero

 

Non riuscire a stare fermi un istante

saltare da un pensiero all’altro

da un desiderio all’altro in continuazione, è una maledizione

cercare un posto lontanissimo senza più legami

con questo caos di eterni pendolari,

di paradisi artificiali, palloni pubblicitari

e dentro il cuore, nel silenzio e ovunque altrove

fra le rovine del Partenone non trovare… che rumore

e ancora insoddisfazione… insoddisfazione!

Fuggire dal mondo e da se stessi,

nella finzione, nel sesso disperato,

nei videogames subire il fascino del sacro

nei reparti di un supermercato

sentirsi pieni di poetico abbandono

di un senso alto del tragico e del buono

e scoprire che per gli altri sei solo in posa

per l’avanspettacolo e la cronaca rosa

e nonostante tutto avere dell’amore

un’idea talmente splendente e sublime

e un bel niente, un bel niente da spartire

con queste vite mediocri e meschine

la pace sia con te, e con il tuo spirito

la pace sia con te, e con il tuo spirito

essere come una città sotto vetro

quasi sempre in stato d’assedio

circondati da nemici spietati,

o peggio ancora dal tedio e dai suoi derivati

avere voglia di salire sul tetto

e poi, di mettersi ad urlare

che magari arriva un disco volante

e ci viene a salvare

che se uno deve, per forza emigrare

allora è meglio un altro sistema solare

siamo noi quei misteriosi via vai dei pinguini

sulle distese che non hanno comunque confini

la pace sia con te, e con il tuo spirito

la pace sia con te, e con il tuo spirito

e nonostante tutto avere dell’amore

un’idea talmente splendente e sublime

e sapere bene di essere in bilico, in bilico.

La pace sia con te, e con il tuo spirito

La pace sia con te (R. Zero)ultima modifica: 2010-05-05T08:14:12+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento